Possibilità di distribuire applicazioni aziendali

Informazioni di base

Le aziende scelgono sempre più spesso di supportare specifici processi di lavoro con un'applicazione mobile. Oltre a molte altre domande concettuali, si pone rapidamente la questione di come questa app debba essere distribuita agli utenti. Spesso il caso d'uso si presenta in questo modo: non solo i collaboratori, ma anche le persone esterne dovrebbero ricevere l'app, ad esempio i fornitori di servizi, i partner o i clienti. Nella maggior parte dei casi questa app non è esplicitamente destinata a una vasta gamma di clienti, ma si rivolge a utenti professionali selezionati. Le seguenti sezioni di questo approfondimento intendono aiutarvi a decidere il metodo di distribuzione migliore.

Distribuzione tramite app store pubblici

Apple e Google forniscono ciascuna un'infrastruttura per la distribuzione delle applicazioni. Apple fornisce le app agli utenti finali attraverso l'Apple App Store. L'app App Store è preinstallata su ogni dispositivo iOS *. Le app sono gestite e pubblicate attraverso il Portale degli sviluppatori e il portale iTunesConnect. Google fornisce le app agli utenti finali attraverso il Play Store. Su ogni dispositivo Android, l'App Play Store è preinstallato *. L'amministrazione e la pubblicazione delle app vengono effettuate attraverso il Portale Sviluppatori. Apple e Google definiscono il quadro di riferimento per la pubblicazione delle app attraverso i loro sistemi. * Se un dispositivo viene gestito tramite un sistema MDM, anche l'app dello store può essere bloccata per l'utente e può quindi essere bloccata e probabilmente non disponibile per l'utente finale.

Distribuzione tramite Apple App Store - Vantaggi

  • Le applicazioni sono disponibili per gli utenti finali attraverso il meccanismo standard di Apple
  • Le app non devono essere ri-firmate e utilizzate dopo un anno con un profilo di provisioning aggiornato
  • Le applicazioni possono - se necessario - essere abilitate o disabilitate in modo selettivo per i singoli paesi
  • Le app possono essere offerte a pagamento in strutture definite - se lo si desidera - (Apple richiede una commissione del 15%)
  • Apple fornisce l'infrastruttura per la distribuzione e

Distribuzione tramite Apple App Store - Svantaggi

  • Gli utenti hanno bisogno di un ID Apple sui loro dispositivi per installare le applicazioni dall'Apple App Store
  • Per i clienti aziendali con dispositivi gestiti, l'Apple App Store potrebbe essere probabilmente bloccato da MDM
  • Deve essere conforme a tutti i requisiti Apple, come il supporto per le nuove classi di dispositivi come iPhone X
  • Apple si riserva il diritto di pubblicare in una recensione prima dell'applicazione o di rimuovere successivamente
  • La revisione può comportare ritardi fino a 10 giorni (attualmente il tempo medio di revisione è di circa 3 giorni lavorativi)
  • Le applicazioni possono essere rese disponibili solo in misura limitata a gruppi di utenti selezionati

Distribuzione tramite Google Play Store - Vantaggi

  • Le applicazioni sono disponibili per gli utenti finali attraverso il meccanismo standard di Google
  • Le applicazioni possono - se necessario - essere abilitate o disabilitate in modo selettivo per i singoli paesi
  • Le app possono - se lo si desidera - essere offerte a pagamento in strutture definite (Google richiede una commissione del 15% per questo)
  • Google fornisce l'infrastruttura per la distribuzione e la fatturazione

Distribuzione tramite Google Play Store - Svantaggi

  • Gli utenti hanno bisogno di un account Google per installare le applicazioni dal Play Store
  • Per i clienti aziendali con dispositivi gestiti, il Play Store potrebbe essere probabilmente bloccato da MDM
  • Deve essere conforme a tutti i requisiti di Google - come la versione Cordova
  • Google si riserva il diritto di rimuovere l'applicazione dallo store dopo la scansione automatica dell'applicazione
  • Le scansioni tecniche possono ritardare la pubblicazione dell'applicazione di alcune ore
  • Le applicazioni possono essere rese disponibili solo in misura limitata a gruppi di utenti selezionati

Distribuzione tramite programmi beta degli app store pubblici

Apple e Google forniscono anche un programma di beta testing oltre alla distribuzione di applicazioni pubbliche. In Apple, le applicazioni per il beta testing degli utenti finali sono fornite attraverso l'applicazione TestFlight. Sui dispositivi iOS, questa app può essere installata dall'app Apple Store. Per gestire e pubblicare le app, utilizzare il portale degli sviluppatori e il portale iTunesConnect nella sezione TestFlight. Google fornisce app per il test alfa o beta attraverso il Play Store. Il Play Store è preinstallato su ogni dispositivo Android. La gestione e la pubblicazione delle app avviene attraverso il portale degli sviluppatori per i test alfa e beta. Apple e Google definiscono il quadro di riferimento per la pubblicazione delle app attraverso i loro sistemi.

Distribuzione tramite Apple Testflight - Vantaggi

  • Le applicazioni sono disponibili per gli utenti attraverso un meccanismo fornito da Apple
  • Le applicazioni possono essere abilitate in modo selettivo per i singoli utenti
  • Apple fornisce l'infrastruttura per la distribuzione e la fatturazione

Distribuzione tramite Apple Testflight - Svantaggi

  • Gli utenti hanno bisogno di un ID Apple per installare le applicazioni dall'Apple App Store
  • L'installazione dell'app richiede l'installazione una tantum dell'app TestFlight
  • Apple si riserva il diritto di non pubblicare l'app in una recensione "ridotta".
  • La revisione può comportare ritardi fino a 10 giorni (attualmente il tempo medio di revisione è di circa due giorni lavorativi)
  • -La firma delle app scade dopo 90 giorni

Il servizio TestFlight è destinato principalmente ad un breve periodo di prova prima del rilascio di un'applicazione iOS. Per un funzionamento permanente, la soluzione non è adatta a causa della breve validità della firma.

Distribuzione tramite Google Alpha e Beta Testing - Vantaggi

  • Le applicazioni sono disponibili per gli utenti attraverso un meccanismo fornito da Google
  • Le applicazioni possono essere abilitate in modo selettivo per i singoli utenti
  • Google fornisce l'infrastruttura per la distribuzione e la fatturazione

Distribuzione tramite Google Alpha e Beta Testing - Svantaggi

  • Gli utenti hanno bisogno di un ID Google per installare le applicazioni dal Play Store
  • Per i clienti aziendali con dispositivi gestiti, il Play Store potrebbe essere probabilmente bloccato da MDM

Distribuzione tramite Enterprise App Store interno

Apple e Google offrono non solo la distribuzione di apps attraverso i rispettivi public store, ma anche meccanismi per la distribuzione interna di apps principalmente per le aziende. Apple richiede l'Apple Enterprise Program e un Enterprise App Store come Relution. Le app sono messe a disposizione degli utenti finali attraverso un'app App Store separata o una pagina web mobile. Le app sono gestite attraverso il Portale Sviluppatori. La distribuzione delle app attraverso il rispettivo fornitore dell'Enterprise App Store. Su Google, le app possono essere rese disponibili tramite un servizio web per il download e l'installazione. Per dispositivi speciali come Samsung possono essere utilizzati meccanismi di installazione e distribuzione ottimizzati. Apple e Google stanno definendo le modalità di distribuzione delle app in parallelo con i loro sistemi.

Distribuzione di applicazioni iOS tramite Enterprise App Store - Vantaggi

  • Le applicazioni possono essere distribuite a gruppi di utenti selezionati, ad esempio, come deep link o dopo aver effettuato il login con un nome utente e una password configurati in precedenza
  • Gli utenti non hanno bisogno di un Apple ID per installare applicazioni da un Enterprise App Store interno
  • Non tutti i requisiti Apple devono essere soddisfatti
  • Il rilascio degli aggiornamenti delle app non viene ritardato da una revisione da parte di Apple
  • Alcuni enterprise app store (come Relution) possono essere utilizzati anche senza gestione dei dispositivi (MDM)
  • Un sistema di gestione utenti esistente (ActiveDirectory / LDAP) può essere collegato in modo che gli utenti non abbiano bisogno di nuovi dati di accesso

Distribuzione di applicazioni iOS tramite Enterprise App Store - Svantaggi

  • Le applicazioni sono disponibili per gli utenti finali attraverso uno speciale meccanismo approvato da Apple ma che richiede una configurazione iniziale da parte dell'utente (vedi * ttps://support.apple.com/en-US/HT204460)
  • Le applicazioni devono essere ri-firmate e implementate dopo un anno con un profilo di provisioning aggiornato. Questo non è uno svantaggio in questo caso, perché Relution può automatizzare questi compiti.
  • L'infrastruttura per la distribuzione può essere fornita, ad esempio, come servizio cloud o on-premise
  • Secondo le linee guida Apple, la distribuzione delle app può essere effettuata solo a dipendenti, potenziali clienti e partner, ma soprattutto a un gruppo noto di utenti

Distribuzione di applicazioni Android tramite Enterprise App Store - Vantaggi

  • Le applicazioni possono essere distribuite a gruppi di utenti selezionati, ad esempio, come deep link o dopo aver effettuato il login con un nome utente e una password configurati in precedenza
  • Gli utenti non hanno bisogno di Google ID per installare applicazioni da un app store interno all'azienda
  • Non tutti i requisiti di Google devono essere soddisfatti
  • La pubblicazione degli aggiornamenti delle app non è ritardata dalle scansioni tecniche di Google
  • Alcuni enterprise app store (come Relution) possono essere utilizzati anche senza gestione dei dispositivi (MDM)
  • Un sistema di gestione utenti esistente (ActiveDirectory / LDAP) può essere collegato in modo che gli utenti non abbiano bisogno di nuovi dati di accesso

Distribuzione di applicazioni Android tramite Enterprise App Store - Svantaggi

  • Le applicazioni sono disponibili per gli utenti finali attraverso un meccanismo speciale approvato da Google ma che richiede una configurazione iniziale da parte dell'utente
  • L'infrastruttura per la distribuzione deve essere fornita, ad esempio, come servizio cloud

Gestione dei dispositivi mobili e delle applicazioni con Relution

Gratuito per un massimo di 5 dispositivi e 5 applicazioni per sempre. Non sono richieste informazioni sul pagamento.