Nota

Finora, le condivisioni di file collegate sono state rese disponibili nell’esistente Relution Client per iOS. D’ora in poi, le condivisioni di file sono disponibili in un’applicazione autonoma Relution Files.


Cos’è Relution Files per iOS?

Per iOS, Relution offre la possibilità di integrare le condivisioni di file locali, chiamate anche unità di rete, tramite SMB e WebDAV. Collegandosi a soluzioni di server scolastici, per esempio, si può accedere a documenti e contenuti rilevanti e i dati e i risultati del lavoro possono essere archiviati in modo sicuro su un server centrale.


Quali sono i vantaggi dei Relution Files per iOS?

I dati non devono essere memorizzati direttamente sul dispositivo o in un cloud non protetto con server al di fuori dell’UE. Il salvataggio e l’archiviazione dei documenti sui propri server locali tramite la condivisione dei file di Relution garantisce la sicurezza e la sovranità dei dati per tutti gli utenti.


Come configurare le unità di rete locale per Relution Files?

Le condivisioni di file locali possono essere impostate in Relution in due modi:

1. Configurazione manuale delle condivisioni di files di Relution nell’app client di Relution


Sotto le condivisioni di file nell’app client Relution per iOS, le unità di rete possono essere impostate sotto “Add share”. Per fare questo, configurate i seguenti campi di input:

  • URL del server
  • Nome utente (o ID utente)
  • Password
  • Opzionale: Single Sign On (viene utilizzato l’attuale utente Relution del dispositivo)


Gli URL dei server sono inseriti di conseguenza in un sottomenu come segue:

  • per SMB nel formato server/share
  • per WebDAV come percorso server/path/


Inoltre, le seguenti impostazioni sono importanti:

  • https:// per WebDAV
  • Per SMB, una condivisione deve essere specificata dopo il server


I campi già configurati sul lato server tramite Relution sono nascosti. Un’eccezione è il nome dell’utente, che viene visualizzato per scopi di controllo ma non può essere cambiato. In questo modo, gli utenti non possono vedere gli URL del server.

Premendo il pulsante Add, è possibile impostare un massimo di 5 URL di server aggiuntivi. Questo è possibile solo se non c’è una politica di condivisione dei file sulla macchina (vedi Configurazione automatica).

Dopo aver aggiunto o modificato una voce, la validità delle voci viene controllata automaticamente (viene stabilita la connessione ai server). Non appena la connessione è stabilita, un segno di spunta verde appare accanto all’URL come conferma. Altrimenti, l’URL, il nome utente o la password non sono corretti.

2. Configurazione automatica dei Relution Files tramite le politiche


Per evitare agli utenti di inserire manualmente i nomi dei server e delle condivisioni, i parametri attesi dall’applicazione client di Relution possono essere passati tramite una policy di Relution. Per fare questo, la configurazione “Relution Files” viene aggiunta a una policy di iOS. La configurazione deve contenere i seguenti parametri:

  • Server/Share-URL im Formato server/share
    • Per WebDAV, https:// deve essere specificato
    • Con SMB, una condivisione deve essere specificata dopo il server
  • Nome utente (i familiari segnaposto di Relution come ${user.name} possono essere usati anche qui)
    • Password
    • In alternativa, Single Sign On:
      • Con i dati di accesso attualmente utilizzati dall’utente con inserimento della password una tantum in Relution (possibile anche in Relution Shared Device Mode senza inserimento della password).
      • Le azioni configurate sono immediatamente disponibili.
      • Quando si accede di nuovo in modalità Relution Shared Device, le condivisioni sono riconfigurate in modo che la connessione alla condivisione del precedente users non sia naturalmente più disponibile per il nuovo users.


I configurati di Relution file possono essere utilizzati in altre applicazioni?

Non appena c’è un login valido a un server SMB o WebDAV, viene creata una nuova posizione di archiviazione chiamata “Relution Files”. Questo è disponibile in tutte le app che supportano le posizioni di archiviazione, come l’app Files di iOS. Le unità di rete collegate vengono visualizzate come cartelle in “Relution Files” e i file in esse contenuti sono accessibili.


I Relution Files possono anche essere selezionati come posizione di archiviazione in altre applicazioni?

Se il menu corrispondente per creare, aprire o salvare un file viene richiamato in un’app che supporta le posizioni di archiviazione, le funzioni possono essere fornite direttamente. La portata esatta dei servizi dipende dall’applicazione utilizzata.

Gestione dei dispositivi mobili e delle applicazioni con Relution

Gratuito per un massimo di 5 dispositivi e 5 applicazioni per sempre. Non sono richieste informazioni sul pagamento.